Tutti gli articoli di Redazione

Tu chi talii?

C’è una sola caratteristica che accomuna tutti gli atteggiamenti e le posizioni fisiche che abbiamo descritto, ed è la profonda ingiustizia che è radicata in ognuno di essi, ovvero l’ingiustizia antica, la disgrazia che si ripercuote in chi è vittima di azioni abusanti, volte a sottrarre il bene più profondo che esiste: la dignità personale che ogni essere umano ha il diritto sacrosanto di possedere.

Il pane ma anche le rose

Le donne sono quelle che pagano di più per i tagli alla sanità, per la mancanza di asili e scuole decenti, per gli sfratti che sono sempre più frequenti. Ed inoltre subiscono una cultura maschilista che le considera incomplete senza un uomo e che dà a quel uomo il diritto di decidere per loro, di considerarle una cosa propria tanto da giustificare ogni tipo di violenza domestica.

L’ amore malato

Prima del femminicidio, lo stalking, una persecuzione tanto insistente da generare paure ed ansie tali da compromettere lo svolgimento della normale vita quotidiana: andare al lavoro, fare la spesa, ritornare a casa … E non meno frequenti e altrettanto gravi i maltrattamenti in famiglia, le violenze che avvengono tra le mura domestiche che invece di essere rassicuranti e amorevoli, diventano trappole.

Mafia ed emigrazione

21 marzo 2019 – ore 18,30 – Giardino di Scidà – Bene Confiscato alla mafia, Via Randazzo 27, Catania Quale rapporto tra i trafficanti di esseri umani e la mafia italiana e internazionale? Quali interessi mafiosi dietro la speculazione sull’accoglienza dei migranti? Quali rapporti tra le organizzazioni mafiose straniere e la mafia siciliana? Come combattere … Continua la lettura di Mafia ed emigrazione