Non è mai troppo tardi

Marcella Giammusso

A 79 anni sostiene gli esami per conseguire il diploma di scuola media inferiore mimma esami III media n. 1A Catania una donna di 79 anni, la signora Mimma Rugolo, ha ha sostenuto gli esami per conseguire il diploma di scuola media inferiore. “Non è mai troppo tardi”, era il titolo di una trasmissione  televisiva che è tornato in mente nell’apprendere la notizia. Negli anni sessanta, quando la televisione era veramente un servizio pubblico e c’era un solo canale RAI, trasmettevano dal lunedì al venerdì questo corso di istruzione popolare per il recupero dell’adulto analfabeta ideato e diretto da un maestro  di scuola, Alberto Manzi,  grazie al quale in quegli anni migliaia di persone impararono a leggere e  scrivere. Ammirazione e apprezzamento da parte di parenti, amici e conoscenti  sono stati dimostrati alla signora Mimma per aver raggiunto con determinazione tale traguardo alla sua veneranda età. “Ho avuto l’opportunità grazie ad una signora più giovane di me che incontravo sempre sull’autobus.”Così racconta la signora Mimma che da una vita abita in Piazza Federico di Svevia. “Parlando del più e del meno  un giorno mi ha detto che si era iscritta a scuola per prendersi  il diploma di licenza media e mi ha invogliata ad iscrivermi alla scuola Don Milani di Misterbianco.  Era una cosa che desideravo da tempo perché io leggo molto però non riesco a raccontare  bene quello che ho letto, così mi sono iscritta subito senza pensarci due volte. In classe eravamo circa una trentina di persone ma poi siamo rimasti solo in cinque a fare gli esami. mimma esami III media n. 2Il primo giorno di esami, il 12 giugno, mi sono presentata sorridente. L’insegnante mi ha chiesto come stavo ed io ho risposto che ero emozionata perché non essendo più  in vita né il mio papà né la mamma mi sono fatta accompagnare da mio fratello, suscitando una risata fra i presenti. Ho fatto il tema d’italiano ed ho raccontato la storia della mia vita. Mentre il secondo giorno all’esame di storia ho parlato della nascita della Repubblica italiana, dopo la seconda guerra mondiale, quando per la prima volta hanno votato le donne. Il terzo ed il quarto giorno ho sostenuto l’esame di matematica e l’esame orale e sono stata promossa con la media del sette. Mi sentivo veramente felice! Ho festeggiato il diploma con le mie amiche durante una gita a Taormina e poi nella sede dell’Associazione GAPA. Adesso penso al futuro. Mi piacerebbe prendere un diploma superiore anche triennale oppure potrei iscrivermi all’Università della Terza Età, ma non so se ce la farò. Attualmente sto lavorando come badante per una signora di 93 anni, quindi non so se avrò il tempo per studiare ancora, ma se ce la faccio continuerò. Io non mi arrendo mai, fino a quando ce la faccio vado avanti!

TEMA La mia storia

Mi chiamo Mimma ho 79 anni e oggi voglio raccontare alcuni avvenimenti della mia vita. Mi sono sposata nel 1958, io e mio marito ci siamo trasferiti in Belgio nel 1961. Lì ho lavorato in una fabbrica di camicie e ci sono rimasta circa 10 anni. Quando sono arrivata in Belgio mi è sembrato di vivere in un altro mondo completamente diverso dalla Sicilia. Una bella esperienza è stata quella di vedere come le donne lì erano libere e indipendenti. Uscivano da sole se erano fidanzate e quello che guadagnavano se lo spendevano. Erano indipendenti, facevano quello che volevano. In Belgio ho avuto due figli, un maschio e una femmina ed è stata la mia più grande gioia. Li ho cresciuti con tanta fatica perché ero sola, però ce l’ho fatta. Poi sono ritornata di nuovo in Sicilia nel 1974 e ho trovato la Sicilia non come l’avevo lasciata, ma mi è sembrata più arretrata di prima. Però mi sono abituata di nuovo perché io amo tanto la mia terra. Dopo tanti anni e con la mia età ho scoperto l’Associazione Gapa e mi sono dedicata a fare taglio e cucito. C’è pure una palestra che mi piace tanto a stare in compagnia, tanti volontari che si occupano di fare tante cose per i bambini, aiutandoli a fare compiti con pazienza e attenzione e alla loro educazione.